Rispondere
Highlighted
Utente della Community
Messaggi: 79
Registrato: ‎01-12-2011

Oggetto non conforme: controversia su eBay o PayPal? (+ corretta procedura per emettere il rimborso)

Ciao a tutti!!

Non so se ho aperto la discussione nella sezione giusta (visto che non mi risponde nessuno), quindi provo a riproporvela qui, sperando di trovare un più amplio pubblico disposti a rispondermi.

Grazie.

 

https://community.ebay.it/t5/Regole-generali-sugli-acquisti/Oggetto-non-conforme-controversia-su-eBa...

 

Se potete aiutarmi a chiarire i dubbi, ve ne sarei grato..

i giorni scorrono tic tac tic tac ...

Utente della Community
Messaggi: 79
Registrato: ‎01-12-2011

Rif.: Oggetto non conforme: controversia su eBay o PayPal? (+ corretta procedura per emettere il rim

in risposta a black_babau_87

P.S.

Mi interessa soprattutto che il rietro di denaro sia "visto" da PayPal come uno storno (/rimborso) della precedente fattura... e non come un pagamento che ricevo (ex novo)... pertanto che io rientri in possesso dell'intera somma pagata al venditore e non della somma pagata MENO le tasse trattenute da PayPal.

Come è possibile fare questo?

 

Anche avviando la pratica col centro soluzioni eBay sarà possibile riavere l'intera cifra (non decurtata delle tariffe PayPal), oppure devo andare su PayPal, indicare il rimborso che voglio nella pratica di reclamo e farlo accettare al venditore?

 

Un'ultima cosa: essendo che il venditore si sta dimostrando disponibile al rimborso / reso, non ricordo se prima devo spedire il pacco, oppure se prima devo dire al venditore di cliccare "accetta rimborso e chiudi il caso" (nel centro soluzioni PayPal).

 

cioè, l'ordine degli eventi sarebbe questo:

 

- io apro controversia su PayPal (ed indico l'importo che voglio mi venga restituito)

 

a quel punto al venditore uscirà la possibilità di accettare il rimborso da me chiesto, oppure proporre un rimborso alternativo (rimborso parziale o soluzione alternativa, come sostituzione), oppure convertire la contestazione in reclamo.

Prima che egli scelga una di queste 3 opzioni, tocca a me spedire il pacco, oppure è lui che deve prima accettare il rimborso e poi io spedisco?

 

se io spedisco e poi lui non accetta di riaddebitare l'importo da me chiesto (ma opta per offrire un altro rimborso o per convertire la contestazione in reclamo)?

 

Grazie ancora per i chiarimenti!

Utente della Community
Messaggi: 26.927
Registrato: ‎19-05-2008

Rif.: Oggetto non conforme: controversia su eBay o PayPal? (+ corretta procedura per emettere il rim

[ Modificato ]
in risposta a black_babau_87

Le due procedure sono sovrapponibili e solo in alcuni casi sono alternative l'una all'altra, è sempre PayPal ad erogare il rimborso anche quando la procedura viene attivata attraverso eBay.

 

Inoltre, almeno per i primi 30 giorni dalla data di ricevimento, non è proprio possibile aprire un reclamo PayPal perchè è PayPal stesso a rispedirti su eBay per attivare la relativa procedura; se invece sono trascorsi quei 30 giorni (ma entro 180 gg dal pagamento) allora l'unica possibilità è procedere direttamente attraverso PayPal.

 

Una volta aperta la procedura eBay il venditore potrebbe anche proporre un rimborso parziale ma sarai tu a decidere se accettarlo, chiudendo così la partita, o proseguire coinvolgendo eBay per ottenere il rimborso integrale.

 

In questa seconda ipotesi la restituzione è d'obbligo, come del resto avviene in genere se si procede con PayPal, salvo casi eccezionali, come gli oggetti contraffatti (che vanno consegnati alle autorità e MAI RESTITUITI al venditore) e/o quando il reso non viene coperto dal venditore ed il suo costo risulti antieconomico per l'acquirente.

 

Il reso deve avvenire sempre prima del rimborso, deve essere tracciabile ed eBay e PayPal devo verificarne il ricevimento da parte del venditore.

 

Qui trovi tutte le spiegazioni e le procedure suddivise in base alle casistiche con le tempistiche:

 

Garanzia cliente eBay

 

Qui trovi anche la spiegazione relativa alla Policy opzionale PayPAl sui resi:

 

PayPal - Rimborso spese di reso

 

con questa policy puoi ottenere fino a max 30 euro di rimborso a copertura delle spese di reso (che però in caso di oggetto non conforme competono al venditore in maniera ESCLUSIVA, questa policy va usata solo quando è impossibile ottenerle dal venditore) anche in assenza di una reclamo PayPal, devi essere iscritto al programma prima di effettuare il reso, nella pagina del link trovi anche tutte le condizioni del servizio.

 

Ciao

“Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu.”

( M. Troisi)

Utente della Community
Messaggi: 79
Registrato: ‎01-12-2011

Rif.: Oggetto non conforme: controversia su eBay o PayPal? (+ corretta procedura per emettere il rim

[ Modificato ]
in risposta a moriadellevacche

Ok, grazie Moria.

 

Avevo letto quelle pagine che mi hai linkato, ma mi chiedevo se il rimborso che otterrò sarà valutato da PayPal come uno storno dell'acquisto fatto (e vedrò quindi rientrare il 100% dei fondi spesi per quell'acquisto), oppure se sarà visto da PayPal come una nuova "entrata di denaro" (un "pagamento che ricevo")... e sarò quindi soggetto a tassazione secondo le tariffe PayPal (perdendo quindi il 3,4% + 0,35 € della cifra consegnata originariamente al venditore).

Nel caso si verificasse quest'ultima ipotesi (come mi successe già in passato, su cui però - all'epoca - sorvolai), dovrei contattare PayPal e dirgli che ho ricevuto indietro i soldi solo in parte (96%)?

Grazie.

 

 

 

Secondo ostacolo su cui sono certo ci impiglieremo (e pertanto vorrei risolvere preventivamente, prima di avviare la pratica), è che il venditore (privato cittadino) si è detto disponibile a riprendersi la merce (sebbene nell'asta avesse indicato "restituzione non accettata"), ma non credo che sia disposto a farsi carico anche delle spese di reso.

Come posso andare avanti da questa situazione?

Giacché esiste il reso PayPal, posso ignorare il fatto che - ufficialmente - sarebbe lui a dover pagare queste spese di spedizione (trattandosi di oggetto non conforme)... quindi accontentarlo su questo punto... farmene carico io ... e poi farmele restituire da PayPal?

Se l'iter di eBay non è bypassabile ed esige per forza che sia il venditore a fornire le etichette di reso (trattandosi di oggetto non conforme), come posso sbloccarmi da questa situazione?

Oppure l'iter della procedura di eBay può essere ignorabile su questo specifico punto e posso andare avanti nella pratica, senza per forza pretendere che il vendotore fornisca l'etichetta di reso?

Isomma: nel corso della pratica, posso divincolarmi da tale richiesta di eBay (che chiede al venditore di fornire le etichette di reso) oppure si dovrà per forza fare così come la prassi vuole?

ma se il venditore non vuole farsi carico del reso... come risolviamo? (come vado avanti nella pratica?).

 

 

 

Terza faccenda (uscita adesso):

Il venditore mi ha contattato dicendomi di aver comprato la fotocamera su Amazon meno di 2 anni fa (ora dice che ha deciso di venderla su eBay perché è passato ad una fotocamera migliore)... quindi mi ha detto che per Amazon questa fotocamera potrebbe essere ancora in garanzia e che mi avrebbe fatto sapere! (ché la garanzia su Amazon dura 2 anni).

Io non so niente al riguardo, perché su Amazon non ci sono mai andato e non lo frequento.

Mi ha poi ricontattato dicendomi di aver parlato con gli operatori Amazon, i quali gli avrebbero confermato la possibilità di sostituzione dell'oggetto difettoso e i quali gli avrebbero detto che il reso è possibile effettuarlo da qualsiasi zona d' Italia.

Il venditore con cui ho a che fare io (qui su eBay) ha pertanto ipotizzato la possibilità che sia direttamente io ad effettuare il reso a quelli di Amazon ed ottenere così da loro una fotocamera NUOVA DI ZECCA!

La cosa mi alletterebbe molto (visto anche il buon prezzo a cui mi sono aggiudicato l'asta e considerando che il mio intento sarebbe proprio quello di avere la fotocamera, non i soldi ... altrimenti non avrei fatto l'acquisto!), ma mi sembra una manovra troppo rischiosa e mi puzza un po' di bruciato...

È fattibile che sia io (A) ad avvalermi della garazia Amazon di un altro utente (B), perché ora sono io (A) in possesso dell'oggetto che "B" aveva comprato su Amazon mesi fa, e che risulta ancora in garazia presso quelli di Amazon?

Se poi restituisco la fotocamera a quelli di Amazon ma la nuova fotocamera la inviano a "B" anziché a me?

Voi che ne pensate???

Siccome - se fosse tutto vero - si tratterebbe di un occasione d'oro, secondo voi sarebbe il caso se mi registrassi su Amazon, contattassi anch'io gli assistenti e chiedessi loro se tale "inteccio" è fattibile? ... magari dicendogli di metterci in contatto tutti e tre [io(A), Amazon e "B"], per capire come deve essere gestita la situazione e in modo che tutti sappiano a chi deve essere consegnata la fotocamera nuova, ecc.

Per quelli di Amazon non cambierebbe niente... perché nel momento in cui io restituirò la fotocamera a "B" (e "B" mi riconsegnerà i soldi dell'acquisto fatto qui su eBay), sarà poi "B" a fare questa operazione con Amazon e ad ottenere una fotocamera nuova da loro !! ... il problema è che avere la fotocamera funzionante interessa a me, non a lui! (B).

... oppure dite che è troppo rischioso ed è meglio se mi riprendo i soldi e la chiudo qui? (sebbene riaggiudicarmi un'altra asta simile a tale prezzo non sarà per niente facile).

Nel frattempo io ho chiesto al venditore di farmi alcuni screenshot delle conversazioni avute con gli operatori di Amazon, della fattura relativa all'acquisto della fotocamera da lui fatto su Amazon, dell'inserzione da lui acquistata su Amazon, ecc. (quanti più documenti mi mostrava, meglio sarebbe stato)... così avrei potuto valutare meglio, sebbene gli ho anche espresso i miei dubbi e timori in merito alla fattibilità di questa manovra (e che ci avrei pensato).

 

Grazie ancora per il supporto!
Ciao!

Utente della Community
Messaggi: 26.927
Registrato: ‎19-05-2008

Rif.: Oggetto non conforme: controversia su eBay o PayPal? (+ corretta procedura per emettere il rim

[ Modificato ]
in risposta a black_babau_87

Pensavo di essere stato chiaro:

 

- il rimborso avviene come storno della transazione, quindi è integrale sia che lo decida eBay sia che lo decida PayPal

- intanto parti con la procedura, se il venditore non collabora chiedi (il link comparirà nella pagina della pratica di restituzione solo 8 giorni dopo la sua apertura) ad eBay di intervenire, eBay chiederà al venditore di fornirti una etichetta di spedizione prepagata, come ultima ratio potrai ricorrere a PayPal con la Policyu sui resi ma solo se eBay si dichiarerà impotente

- se provvedi autonomamente al reso eBay non potrà rimborsarti le spese di reso e/o chiedere al venditore di farlo perchè si suppone che abbiate raggiunto un accordo tra di voi su questa specifica voce

 

Per come la vedo io che l'oggetto sia o no coperto da garanzia Amazon non fa differenza, sarà un problema suo nel caso, tu hai acquistato un oggetto dichiarato come conforme (e pagato una somma commisurata a questo requisito, altrimenti non avresti acquistato o avresti acquistato ad un prezzo inferiore, ritengo), quindi lascerei la variabile Amazon, che non so come possa funzionare in questo caso, fuori dalla vostra querelle.

 

Ciao

“Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu.”

( M. Troisi)

Utente della Community
Messaggi: 79
Registrato: ‎01-12-2011

Rif.: Oggetto non conforme: controversia su eBay o PayPal? (+ corretta procedura per emettere il rim

in risposta a moriadellevacche

- ok.
Però, come ti ho detto, mi è successo in passato di ricevere un nuovo pagamento, da parte di un ebayer, come mezzo attraverso il quale eseguire il risacimento (perdendoci quindi il 3,4% + 0,35 euro sull'importo riavuto indietro dal venditore).
Non voglio che succeda più questa cosa... quindi mi domandavo cosa devo fare se mi capiterà di nuovo.



- ok. ma il venditore si sta dimostrando (per ora) amichevole con me (accettando il reso anche se non era intenzionato ad offrirlo originariamente e sebbene lui sia convinto che i problemi che gli ho documentato non ci fossero prima che mi spedisse il pacco!)...
Quindi forzarlo a fare una cosa (pagare le spese di reso a suo carico) solo perché la legge eBay dice che posso imporglielo, vista la natura della mia insoddisfazione (senza rispettare le sue volontà, che erano Sì volte a riprendersi la merce, ma solo se non ci avesse perso altri soldi per riaverla), non mi sembra un buon modo per far sì che il rapporto continui a rimanere amichevole così come lo è stato fin'ora.
Potrebbe rinfacciarmi che lui mi è venuto incontro, mentre io sono ricorso addirittura al "reclamo" pur di fargli pagare le spese di reso con la forza, appellandomi all'intervento di eBay (sebbene avessi potuto accollarmele io e poi farmele restituire da PayPal).
boh... non so... dici che a prescindere dall'amichevolezza creatasi, devo fregarmene delle condizioni alle quali il venditore era disposto a riprendersi il pacco... ed andare avanti cinicamente, secondo quello che le leggi eBay mi permettono di fare, indipendentemente dalle richieste/condizioni espresse dal venditore?



- Sì, ok... se la vedrà lui con Amazon...
Però tu devi metterti nei miei panni che sono interessato ad avere la fotocamera funzionante e che tale asta l'ho pagata circa il 50% del prezzo di listino (300 vs 600 nuovo), dopo 1 anno di appostamenti, ricerche... e dopo 1 anno che ho seguito tutte le aste che venivano caricate su eBay dagli utenti (le quali puntulmante raggiungevano sempre cifre troppo alte per i miei gusti, arrivando sempre a 400, 450 o 500).
Qundi l'idea che io possa avere una fotocamera nuova da Amazon è una cosa che interessa me NON POCO!!! (non è facile rinunciare a questa possibilità così facilmente)...
Se no il venditore eBay mi restituisce i 300 € e io sono punto e a capo: con 300 € non ci compro niente... e devo aspettare chissà quanto prima che un'altra asta rimanga al prezzo che voglio io.
Qui invece stiamo parlando - se fosse vero - di un'occasione più unica che rara: la possibilità di avere da Amazon la sostituzione della fotocamera (con un'altra fotocamera completamente NUOVA!!)...
Me ne frego e rifiuto l'offerta??
... penso che alla fine farò così (perché si tratta di una situazione troppo complessa, strana... e rischiosa), ma lo farò a malincuore... perché mi rimarrà sempre il dubbio che sarebbe potuto andare tutto bene e avrei potuto ottenere una fotocamera nuova di zecca da Amazon, avendola pagata pochissimo.


Grazie comunque per avermi dato il tuo punto di vista.

Utente della Community
Messaggi: 26.927
Registrato: ‎19-05-2008

Rif.: Oggetto non conforme: controversia su eBay o PayPal? (+ corretta procedura per emettere il rim

in risposta a black_babau_87

@black_babau_87  ha scritto:

- ok.
Però, come ti ho detto, mi è successo in passato di ricevere un nuovo pagamento, da parte di un ebayer, come mezzo attraverso il quale eseguire il risacimento (perdendoci quindi il 3,4% + 0,35 euro sull'importo riavuto indietro dal venditore).
Non voglio che succeda più questa cosa... quindi mi domandavo cosa devo fare se mi capiterà di nuovo.



- ok. ma il venditore si sta dimostrando (per ora) amichevole con me (accettando il reso anche se non era intenzionato ad offrirlo originariamente e sebbene lui sia convinto che i problemi che gli ho documentato non ci fossero prima che mi spedisse il pacco!)...
Quindi forzarlo a fare una cosa (pagare le spese di reso a suo carico) solo perché la legge eBay dice che posso imporglielo, vista la natura della mia insoddisfazione (senza rispettare le sue volontà, che erano Sì volte a riprendersi la merce, ma solo se non ci avesse perso altri soldi per riaverla), non mi sembra un buon modo per far sì che il rapporto continui a rimanere amichevole così come lo è stato fin'ora.
Potrebbe rinfacciarmi che lui mi è venuto incontro, mentre io sono ricorso addirittura al "reclamo" pur di fargli pagare le spese di reso con la forza, appellandomi all'intervento di eBay (sebbene avessi potuto accollarmele io e poi farmele restituire da PayPal).
boh... non so... dici che a prescindere dall'amichevolezza creatasi, devo fregarmene delle condizioni alle quali il venditore era disposto a riprendersi il pacco... ed andare avanti cinicamente, secondo quello che le leggi eBay mi permettono di fare, indipendentemente dalle richieste/condizioni espresse dal venditore?



- Sì, ok... se la vedrà lui con Amazon...
Però tu devi metterti nei miei panni che sono interessato ad avere la fotocamera funzionante e che tale asta l'ho pagata circa il 50% del prezzo di listino (300 vs 600 nuovo), dopo 1 anno di appostamenti, ricerche... e dopo 1 anno che ho seguito tutte le aste che venivano caricate su eBay dagli utenti (le quali puntulmante raggiungevano sempre cifre troppo alte per i miei gusti, arrivando sempre a 400, 450 o 500).
Qundi l'idea che io possa avere una fotocamera nuova da Amazon è una cosa che interessa me NON POCO!!! (non è facile rinunciare a questa possibilità così facilmente)...
Se no il venditore eBay mi restituisce i 300 € e io sono punto e a capo: con 300 € non ci compro niente... e devo aspettare chissà quanto prima che un'altra asta rimanga al prezzo che voglio io.
Qui invece stiamo parlando - se fosse vero - di un'occasione più unica che rara: la possibilità di avere da Amazon la sostituzione della fotocamera (con un'altra fotocamera completamente NUOVA!!)...
Me ne frego e rifiuto l'offerta??
... penso che alla fine farò così (perché si tratta di una situazione troppo complessa, strana... e rischiosa), ma lo farò a malincuore... perché mi rimarrà sempre il dubbio che sarebbe potuto andare tutto bene e avrei potuto ottenere una fotocamera nuova di zecca da Amazon, avendola pagata pochissimo.


Grazie comunque per avermi dato il tuo punto di vista.


1)  quello fu un errore del venditore, grave perchè così facendo rischiò di subire un doppio rimborso, ovviamente eBay e PayPal non ti faranno un pagamento, non è proprio possibile; dovesse ricapitare con un altro venditore che ti "paga" invece di rimborsarti dovrai rimborsare quel pagamento (ma ci rimetterai il diritto fisso) e farti rimborsare con la procedura specificamente prevista da PayPal ( PayPal - Invia un rimborso in modo semplice  ), ovviamente se il rimborso sarà erogato da PayPAl e non dal venditore come ti ho detto prima non sarà un pagamento ma uno storno della transazione

 

e su questo ti pregherei di non rimbalzare nuovamente perchè non c'è altro da dire e ti pregherei di credere a me o almeno alle regole eBay e PayPal

 

2) non sono le regole eBay ad imporgli di pagare le spese ma la Legge dello Stato (il codice civile visto che si tratta di una transazione tra privati) perchè una transazione commerciale viziata da difetto non dichiarato è semplicemente nulla, quindi chi acquista ha diritto di uscirne completamente senza costi, come se la transazione non sia mai avvenuta

 

Procedi con un reclamo e fatti rimborsare tutto, comprese le spese di reso, sei la parte lesa.

 

Ciao

 

“Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu.”

( M. Troisi)